Il Retrofit Energetico, ovvero la riqualificazione energetica, è l’insieme di quelle attività volta a migliorare la qualità tecnologica e gestionale del sistema edificio – impianto.

Ogni situazione è un caso a se stante: edifici residenziali, immobili moderni o storici, strutture logistiche o produttive. L’approccio di retrofit è adattato all’utenza. Il fine ultimo è lo stesso:

– Ridurre i consumi energetici;

– Migliorare il comfort e la qualità degli ambienti domestici e lavorativi;

– Ridurre le emissioni inquinanti e l’impatto ambientale delle attività antropiche;

– Ottimizzare l’utilizzo dell’energia e sfruttare le fonti energetiche rinnovabili;

– Ridurre i costi di gestione di un dato immobile o unità produttiva;

Il tutto è riassumibile in due parole: Efficienza Energetica, vale a dire fare di più e meglio con meno.

Le azioni del retrofit si traducono nell’incremento prestazionale di componenti quali:

– L’involucro edilizio; – Gli impianti di climatizzazione estiva ed invernale;

– La produzione di energia da fonti rinnovabili ( ad esempio la cogenerazione, il solare termico e fotovoltaico);

– La gestione del sistema edificio – impianto (attraverso l’educazione del personale e sistemi domotici);

A seconda della realtà organizzativa, le opportunità di miglioramento andrebbero valutate con una Diagnosi Energetica in grado di garantire un retrofit vantaggioso, interessano sia il sistema tecnologico che la gestione energetica dell’edificio.